Tracce di fede in Val Maira



TRACCE DI FEDE

A cura del Gruppo FotoSlow ValMaira in collaborazione con la Pro Loco di Preit


5 luglio – 31 agosto 2014
apertura: ogni fine settimana dalle ore 10.00 alle 18.30


Chiesa di San Lorenzo

Borgata Preit – Canosio (Cuneo)




preitP1130487BN600


La nostra Valle Maira è una delle più godibili per quanto gli aspetti naturali e storici. Tanti sentieri la solcano e sono percorsi da tanti turisti ogni anno in ogni stagione. Percorrendo questi sentieri per lo più di antiche origini sorge alla mente un pensiero rivolto a quanti ne fruirono in passato, commercianti, agricoltori, pastori, montanari, soldati ma soprattutto pellegrini.
In un ‘ epoca di grande incertezza e di notevole relatività in un modo o nell’ altro siamo tutti pellegrini, in transito, più o meno consapevoli della meta.
Percorrere questi sentieri per ognuno diventa occasione di meditazione e di riflessione per lasciarsi trasportare verso una dimensione sicuramente più spirituale .
Si tratta di varcare un ponte ideale di più di dieci secoli tra il nostro frastuono, la nostra frenesia, la nostra comodità omologata, i nostri vizi globalizzati di una società permanentemente secolarizzata da una parte e la tranquilla fiducia nel trascendente,
l’ immaginifico senso panico di una vita sempre incerta, ove l’ unico vero conforto è confidare nella pietà e nell’ amore di Dio dall’ altra.
Il senso religioso che ha pervaso queste antiche vie è lo stesso che ha ispirato la realizzazione e la costruzione di tutti gli altri edifici sacri della valle Maira che noi abbiamo percorso alla scoperta come rabdomanti di sorgenti di acqua fresca e pura.
Così noi di FotoSlow Val Maira umilmente siamo andati in ricerca, moderni pellegrini sulla Via Francigena, di quelle vestigia di spirito religioso e di quella “pietas” che resero la vita tra queste montagne meno dura, meno brutale e più umana perchè più intrisa del senso del divino.
Con commozione siamo scesi nella profondità dei secoli della cripta dell’ Abazia di San Costanzo a Villar e con meraviglia abbiamo percepito l’ eco in cori gregoriani di parole latine, abbiamo cercato di interpretare i segni del tempo sulle pietre della basilica di San Costanzo al monte , abbiamo varcato la soglia della pieve di San Salvatore , con ammirazione stupita abbiamo sentito la grandezza della solitudine della chiesa di San Pejre di Stroppo, con estasiata misticità abbiamo raccolto il mormorio sommesso di antiche preghiere tra le mura della cappella di San Giovanni a Elva, cercato gli antichi piloni votivi eretti nei dintorni di Preit.
Non abbiamo voluto essere esaustivi; tanti altri magnifici esempi di architettura religiosa alpina rimangono in Valle Maira , ma sia questo uno stimolo per ognuno di voi visitatori per avere la curiosità e la sensibilità di sentire il respiro del tempo fluire attraverso le immagini.

 

Giò






Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...