Mostra fotografica al Mulino della Riviera di Dronero



Anno 1936 – Un valmairese in Africa Orientale

Fotografie di Giuseppe Pellegrino


7 marzo – 25 aprile 2015*
Inaugurazione sabato 7 Marzo ore 10.00


Il Mulino della Riviera

Dronero (Cuneo)




locandina



Un valmairese in Africa Orientale


Queste fotografie furono scattate da un dronerese in Etiopia durante e Dopo la guerra del 1935 – 1936. Sono documenti che riteniamo di valenza storica, nel quadro di un periodo e di un conflitto poco conosciuto e ormai dimenticato.
Zia Nena, rovistando nel solaio alla ricerca di non so cosa, trovò un sacchetto di juta pieno di fotografie. L’avevo accompagnata di sopra perché era miope ed aveva paura dei topi. “Che cos’è?” mi chiese. Le guardai e “Vecchie foto d’Africa” risposi. “ Ah si! Giuseppe era stato in Abissinia. Se le vuoi, altrimenti le butto.” A quel tempo, fine anni ottanta, abitavamo con lei nella grande casa di Villar San Costanzo. Aveva perso il marito nel ’75 ed il figlio Lauretto era deceduto in un tragico incidente di moto presso Caraglio, nel 1982. Mia moglie si occupava dell’allevamento di ovaiole che suo zio Giuseppe Pellegrino aveva impiantato negli anni sessanta. Ritornati a vivere a Dronero, mi scordai delle fotografie. Solo lo scorso autunno, mettendo ordine nel soppalco, mi ricapitarono tra le mani. Osservandole bene intuii che potevano essere di un certo interesse e contattai gli amici di Fotoslow Valle Maira, che decisero di restaurarne una parte e di fare questa mostra. L’autore è Giuseppe Pellegrino, nato a Pratavecchia di Dronero nel 1907 e morto a Cuneo nel 1975. Conseguì il diploma di ragioniere e fece il soldato nei Carabinieri. Intrapresa la carriera militare, raggiunse il grado di sottoufficiale. Dopo alcuni anni in Libia a Bengasi , Tobruc e Derna, fu inviato in Etiopia in occasione della guerra contro il Negus. Là scattò molte fotografie , forse per conto delle autorità militari e del commissario politico. Nel 1941 fu fatto prigioniero dagli inglesi e internato in Kenia. Trasferito, in un secondo tempo, a Bombay in India, fu rilasciato soltanto un paio d’anni dopo la fine della guerra. Probabilmente queste fotografie le portò in Italia durante una licenza o forse spedì a casa i rullini, sviluppandoli solo al suo ritorno in patria.

 

Gino Cerutti

 



*Visitabile tutti i sabati mattina fino alle 12,30



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...