Mostra fotografica a Dronero



Bahìo del Preit…Emozioni senza tempo


27 giugno – 19 agosto 2015
inaugurazione sabato 27 giugno alle ore 10,00
la mostra sarà visitabile tutti i sabati mattina sino alle 12,30


Il Mulino della Riviera – Dronero (Cuneo)

 



dro06locandina




La tradizione della festa alla Badìò di San Lorenzo al Preit di Canosio.

E’ una splendida domenica di agosto al Preit di Canosio.
Nella notte passata San Lorenzo ha pianto le sue lacrime di luce nel cielo attirando gli sguardi rapiti ed increduli di chi ancora sa credere nelle leggende e dalle leggende si lascia consolare..
La notte ha ceduto il passo alla luce e sin dalle prime ore della giornata si sente nell’ aria una festosa frenesia , una gioiosa attesa
E’ il miracolo che si ripete, in questo piccolo borgo di case addossate l’una all’altra .
Finalmente è arrivato il giorno di festa: la grande festa della Badio di san Lorenzo che si celebra al Preit di Canosio in onore per il suo Santo patrono.
E’ l’ appuntamento più importante per i suoi abitanti e per il quale durante dodici mesi precedenti si progetta, si lavora, si organizza.
Così di anno in anno, attraverso il tempo, attraverso la storia come un filo invisibile la devozione religiosa si mescola con la giocosità e la festosità di una popolazione che sapeva ben riconoscere il segno dell’ esultanza, dal momento che sempre da queste parti la vita è stata dura foriera di pericoli, annunciatrice di sventure e tragedie.
Pare che la festa abbia radici antichissime , probabilmente alto medioevali ancorate a riti precristiani legati ai ritmi delle stagioni e della natura.
La festa venne dedicata a San Lorenzo, grande festa di agosto, mese di raccolto, di abbondanza, di calore, di ritorno da terre lontane, di ringraziamento per i doni ricevuti e augurio per i mesi a venire , lunghi e duri. La devozione autentica e sincera si unisce al ringraziamento per i doni ricevuti, ma si arricchisce di spirito di baldoria in questa terra dura , aspra e forte.
Anche oggi dopo secoli questa magia si ripete, sebbene non si viva più esclusivamente dei frutti della terra, non si ritorni più dai territori di emigrazione, non ci si debba più difendere da soldataglie nemiche…
In questo giorno mille suoni di musica si rincorrono per gli angoli di questo piccolo borgo di montagna, e richiamano tutti a raccogliersi prima in chiesa , poi fuori per le vie per la precessione.
Tutti indossano il vestito della festa, con il corpetto nero, la camicia bianca ornata , il cappello guarnito di nastri di Provenza, uomini , donne, giovani, anziani, bambini marciano fieri dietro alla statua di San Lorenzo.
Viva la Badìo, viva la Badìo! Risuonano le voci allegre accompagnate dalle note della banda. Viva la banda! Viva la banda.. urla il banditore incoraggiando i suonatori a non smettere, a tenere lontano il silenzio prerogativa del freddo inverno.
Allegra confusione regna intorno al personaggio del il banditore che prima richiama l’ attenzione della gente sull’ “incanto” (vendita all’ asta di oggetti e beni vari offerti dalla gente per il santo patrono) e poi promuove una vera “caccia” di casa in casa con l’ intento di dispensare a tutti allegria, baldoria, motti, scherzi e benevoli rimbrotti. Ma cosa cerca il banditore?
Mentre la festa procede il banditore allegro, e i suoi accompagnatori, si trasferiscono di casa in casa alla cerca di colui che sarà l’ Abà dell’ anno successivo , la cui identità rimane segreta fino all’ ultimo. La ricerca del nuovo “Abà”, del nuovo rettore della festa è quindi il perno di tutta la festa Così forse questa seconda processione laica e giocosa e anche irriverente diventa lo spirito unificante dalla festa in cui il mondo alla rovescia prende il sopravvento diventando il momento più “antico” di questo evento.
A questa festa non si assiste… si partecipa e partecipando ci si lascia coinvolgere dai suoni, dai colori dalle voci e dalle emozioni.
Proprio con questo spirito è nata l’ idea nel gruppo di FotoSlow ValMaira di documentare momenti , sensazioni luci e colori non come semplici testimoni, ma come giocosi ed entusiasti amici di festa..
Ne è nata una serie di scatti che saranno visitabili sia al Mulino della Riviera di Dronero a partire da sabato 27 Giugno per tutti i sabati fino al 29 Agosto , mentre altri scatti saranno esposti nella deliziosa chiesetta di San Lorenzo di Preit di Canosio e rimarranno visitabili tutti i giorni d’ estate fino a domenica 27 settembre.
Viva la festa! Viva la Badìo! Viva la Badìo del Preit! Viva la Badìo di San Lorenzo!

[testo dal comunicato stampa]






FotoSlow ValMaira

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...