Gusto e bellezza

castello del roccolo marcovaldo busca cuneo

Ha preso avvio, fra Saluzzo, Busca e Vinadio un grande progetto espositivo concomitante l’Expo, si tratta dell’evento “Gusto e bellezza dal giardino alla tavola”.

L’associazione culturale Marcovaldo di Caraglio ha inaugurato da pochi giorni tre delle sette mostre dell’iniziativa “Gusto e bellezza dal giardino alla tavola”, una ricca rassegna di itinerari culturali incentrati sul tema dell’Expo “Nutrire il pianeta”, che vivrà il suo culmine il 5 settembre con l’inaugurazione al Filatoio di Caraglio della grande mostra “Gli orti del paradiso. Capolavori d’arte dal 1500 al 1900”. La triplice inaugurazione del primo gruppo di mostre è una sorta di anticipazione degli eventi di fine estate e autunnali, pensata in funzione del periodo di apertura prevalentemente estivo dei tre beni culturali che le ospitano: Villa Belvedere a Saluzzo (che per l’occasione è stata riaperta dopo gli ultimi interventi di restauro), il Forte Albertino di Vinadio e il Castello e Parco del Roccolo di Busca.

La prima sezione della mostra è “Giardini preziosi in sala da pranzo. La tavola imbandita nel Settecento”, realizzata in collaborazione con la Fondazione Accorsi-Ometto – Museo di Arti Decorative e curata da Andreina d’Agliano negli spazi della rinnovata Villa Belvedere di Saluzzo (via San Bernardino, 17). L’esposizione, aperta il sabato dalle ore 14,30 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19, propone un esempio di tavola imbandita della seconda metà del Settecento, in cui la tavola, dotata di oggetti d’arredo funzionali ed eleganti, adatti a stare sopra la mensa, conferisce all’evento un carattere particolarmente piacevole, facilitando l’incontro sociale e le sue strategie.

La rassegna prosegue poi al Forte Albertino di Vinadio (valle Stura) con la mostra “I sapori della montagna. Gesti e ricette dalle valli del Piemonte”. L’esposizione, a cura della Conservatoria delle cucine mediterranee, seguirà gli orari di apertura del Forte e presenterà una serie di fotografie eseguite da studenti dello Ied di Torino divise in tre sezioni: sette valli del Cuneese e del Torinese, i saperi delle donne e piatti tipici del territorio montane. Per contestualizzare le immagini verrà anche allestita una vecchia cucina di montagna.

Conclude questa prima proposta l’esposizione “Sconfinamenti. Immagini di Pino e Nicola Dell’Aquila sul territorio rurale cuneese”, presso il Castello del Roccolo di Busca (Frazione San Quintino, Strada Romantica) curata da Ivana Mulatero. L’esposizione, aperta il sabato dalle 14,30 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19, è una grande ed inedita ricognizione fotografica della campagna coltivata vista sia dal basso che dall’alto, grazie ad una mongolfiera.

Tutte e tre le esposizioni resteranno aperte fino al 1° novembre. Per maggiori informazioni telefonare allo 0171/618260 o visitare i siti Internert http://www.marcovaldo.it e http://www.gustoebellezza.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...