L’arte del movimento

moving tales san francesco collezione collection la gaia cuneo bruna matteo viglietta   (77)

Fino a fine di Agosto è possibile godere di una vasta esposizioni di video d’artista provenienti dalla collezione d’arte contemporanea “La Gaia” di Busca dei collezionisti Bruna e Matteo Viglietta.

La mostra è molto ben allestita presso il Complesso Monumentale di San Francesco, con un uso molto articolato dello spazio, strutturato con apposite postazioni o sfruttando la particolare bellezza dell’edificio.

Sono presentati lavori realizzati da 30 artisti internazionali: Marina Abramovic, Bas Jan Ader, Victor Alimpiev, Pierre Bismuth, Candice Breitz, Mircea Cantor, Chen Chieh-jen, Rä Di Martino, Valie Export, Regina José Galindo, Ugo Giletta, Douglas Gordon, Ion Grigorescu, Gary Hill, María Teresa Hincapié, Jonathan Horowitz, Alfredo Jaar, Joan Jonas, William E. Jones, William Kentridge, Anna Maria Maiolino, Ana Mendieta, Marzia Migliora, Adrian Paci, Ene-Liis Semper, Santiago Sierra, Rosemarie Trockel, Bill Viola, Ryszard Wasko, Jordan Wolfson, personaggi italiani e stranieri di diverse generazioni e provenienti da differenti aree geografiche, accumunati dalla molteplicità di utilizzo del video come strumento narrativo per immagini.

Si tratta di una selezione di film d’artista curata da Eva Brioschi, con la collaborazione di Manuela Galliano, appositamente concepita per il Complesso Monumentale di San Francesco.

L’idea della mostra si ispira a due precise suggestioni che insieme hanno orientato la scelta delle opere e il loro particolare allestimento.

The movie is the novel and art is poetry. Not a lot of people appreciate poetry, and it is the same with art” è una citazione del video maker e regista inglese Steve McQueen, che identifica la video-arte con la poesia, rispetto al cinema paragonato al romanzo. Molti apprezzano la narrazione filmica, mentre sono meno coloro che comprendono a pieno la video-arte, proprio come avviene per romanzo e poesia.

Questa selezione di opere vuole cercare di catturare l’attenzione anche di coloro che normalmente sono più scettici rispetto al video come forma d’arte della contemporaneità.

For sale. Baby shoes. Never worn”, il racconto più breve della storia della letteratura. Erroneamente (pare) attribuito a Ernest Hemingway, che si dice abbia scommesso con alcuni amici di poter costruire una narrazione con il minimo dispendio di parole, per raccontare in estrema sintesi un dramma.

Nello stesso modo, a nostro avviso, un’opera video può funzionare come racconto sintetico per immagini.

La mostra è accompagnata da un catalogo con testi critici a cura di Eva Brioschi e Lorand Hegyi e da una raccolta di schede esplicative delle opere realizzate dalla curatrice e da Manuela Galliano.

Sicuramente un’occasione rara per il nostro territorio di poter vedere opere di ottima qualità, con un respiro internazionale e molto articolato.

INFORMAZIONI PRATICHE

Moving Tales – Racconti in movimento. Opere video dalla Collezione La Gaia

A cura di Eva Brioschi con la collaborazione di Manuela Galliano

Fino al 28 Agosto 2016.

Complesso Monumentale di San Francesco

Cuneo, Via Santa Maria 10

Moving tales san francesco cuneo collezione la gaia bruna matteo viglietta  (35).JPG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...