Al Castello prossimamente

Segnaliamo i programmi dei prossimi mesi al castello e parco di Racconigi, residenza sabauda cui la nuova direzione, insediatasi lo scorso novembre, sta dedicando un intenso programma di valorizzazione.
Il castello, ultima residenza di villeggiatura di casa Savoia, conserva nei suoi ambienti l’atmosfera intima e familiare di una amatissima dimora di vacanza e il grande parco all’inglese, molto suggestivo e premiato nel 2010 come “Parco più bello d’Italia”, è anche oasi per molte specie protette tra le quali le maestose cicogne che nidificano sui tetti del castello.
Immagine incorporata 1

Prossimamente ci sarà il primo evento un po’ particolare che il castello ospiterà nei mesi di ottobre e novembre: un percorso di allestimenti evocativi dedicato ai 7 chakra.

Luogo di grande fascino, il castello di Racconigi ed il suo parco sono la meta ideale per chi nel corso dell’estate ha voglia di immergersi nelle suggestioni della natura e della storia.

Il territorio offre inoltre interessanti piccoli centri, magnifiche campagne dominate dal Monviso, attività di equitazione, ciclismo, escursionismo, il nuovo Mùses-Accademia Europea delle Essenze di Savigliano e, naturalmente, il Centro Lipu Cicogne e Anatidi che sorge presso le ex cascine reali, una volta appartenenti al Castello.

 

ESTATE AL CASTELLO E PARCO DI RACCONIGI

Aperto dal martedì alla domenica, e il lunedì di Ferragosto,

Racconigi è la meta ideale per una giornata tra arte e storia, natura e paesaggio.

“Rifacendomi alla preziosa eredità di Mirella Macera, storica direttrice di Racconigi, desidero far conoscere al grande pubblico lo straordinario fascino di questo castello, già premiato come “Parco più bello d’Italia”. Questo prezioso patrimonio deve essere infatti conservato con la massima cura, ma anche aperto a iniziative ed eventi in un confronto dialettico tra testimonianze del passato e nuovi linguaggi, per diventare punto di riferimento per il territorio, promotore di dialogo, cerniera tra natura e storia, arte e cultura.” Arch. Riccardo Vitale, direttore del Castello di Racconigi da novembre 2015

Il direttore segnala l’apertura straordinaria del castello e del parco lunedi 15 agosto in occasione del tradizionale picnic di Ferragosto. Riprendendo l’atmosfera spensierata delle villeggiature reali, si potrà trascorrere una magnifica giornata all’aperto con i bambini, con la famiglia, con gli amici in un’atmosfera romantica e suggestiva. Nella quiete del parco si potranno fare riposanti passeggiate in carrozza, gite in bici, picnic all’ombra degli alberi secolari, una sosta relax nella caffetteria allestita nella Dacia russa, una camminata col proprio amico a quattro zampe (benvenuto, purché al guinzaglio) osservando le maestose cicogne e le altre specie protette che abitano il parco. Visitando il castello si vivrà l’emozione di una amatissima dimora di villeggiatura, una casa che affianca agli ambienti aulici quelli più intimi e privati, nei quali tutto sembra sospeso ad attendere il ritorno dei principi.

Luogo di grande fascino, il castello di Racconigi ed il suo parco sono la meta ideale per chi nel corso dell’estate ha voglia di immergersi nelle suggestioni della natura e della storia. Il territorio offre inoltre interessanti piccoli centri, magnifiche campagne dominate dal Monviso, attività di equitazione, ciclismo, escursionismo, il nuovo Mùses-Accademia Europea delle Essenze di Savigliano e, naturalmente, il Centro Lipu Cicogne e Anatidi che sorge presso le ex cascine reali, una volta appartenenti al Castello.

Da venerdì 26 agosto a domenica 4 settembre, in occasione della 67° edizione di Peperò, Sagra del Peperone di Carmagnola, il castello ospita suggestivi allestimenti ispirati alla cucina e a questo goloso frutto estivo, realizzati in collaborazione con Progetto Canto Regi. Sabato 27 agosto si potrà inoltre assistere al concorso di eleganza dedicato alla Vespa che nel 2016 compie 70 anni: a festeggiare la ricorrenza di una delle più celebrate icone italiane, 98 Vespa (numero che richiama la cilindrata 98cc della prima Vespa) con piloti abbigliati secondo l’epoca del proprio veicolo. A partire dal 4 settembre si potrà approfittare anche del ricco programma di eventi e manifestazioni del tradizionale Settembre Racconigese che animerà il centro storico.

APERTURA: DAL MARTEDI ALLA DOMENICA (Castello dalle 9 alle 19, parco dalle 10 alle 19. Ultimo ingresso ore 18). Il castello sarà chiuso martedì 16 agosto. La Caffetteria della Dacia è aperta nei fine settimana e a Ferragosto. INFORMAZIONI 0172 84005

Dal 7 ottobre al 13 novembre 2016

INSIEME NELL’INFINITO

I sette Chakra del castello di Racconigi

Dal 7 ottobre il castello di Racconigi accoglie nelle sale auliche del primo piano un percorso multisensoriale di allestimenti, suoni, installazioni e performance per vivere l’esperienza dell’energia kundalini e, nel primo fine settimana dedicato alla ricerca dell’armonia tra corpo e mente, il parco è anche teatro di lezioni e dimostrazioni di yoga, meditazione e altre discipline orientali.

Il castello e il parco di Racconigi hanno un fascino che riesce ad andare oltre la valenza storica e le preziose testimonianze artistiche raccolte nei secoli; amatissima dimora di villeggiatura dei Carignano, il ramo più indipendente e culturalmente meno conservatore della corte sabauda, il castello ha un’anima evocativa e stimolante. Questo genius loci ha guidato la rinascita della residenza sin dal 1994, in un costante dialogo tra continuità e innovazione, rispetto e sfida, allestimenti emozionali e contaminazioni con nuovi e diversi linguaggi e discipline, facendo del castello uno spazio vivo in continua evoluzione, un attivatore culturale aperto alla collaborazione e al confronto con altre strutture.

Riprendendo queste specificità e queste radici, il castello si prepara ad accogliere un nuovo evento, immaginato da due artisti traendo spunto dalle suggestioni e dalla carica emotiva generate dagli ambienti del castello. Carmelo Brustia, regista dell’immaginifico cortometraggio “L’amante del cervo” selezionato per il 69° Festival di Cannes, e Alessia Micheletti, fotografa di moda particolarmente attenta alle arti emergenti, hanno scelto di reinterpretare questi luoghi progettando un percorso multisensoriale per raccontare e condividere un viaggio di crescita e arricchimento.

Il progetto esprime l’esperienza artistica, spirituale e umana di due giovani, due artisti che si confrontano a livello relazionale e creativo a partire dalla rilettura emozionale di un luogo storico e dalla riscoperta del fenomeno dell’energia universale dei sette Chakra. Partendo da questi elementi, nei quali secondo la tradizione tantrica risiede latente l’energia divina, hanno delineato un percorso nel castello definendone i Chakra come in una sorta di grande corpo accogliente. Attraverso installazioni che racchiudono diverse discipline artistiche dalla fotografia alla scultura e alla musica, attraverso la condivisione che diventa creazione, gli artisti descrivono un viaggio nella diversità di ogni parte dell’essere, un viaggio tanto spirituale quanto materiale all’interno di noi stessi. È un’opera “aperta” alla fruizione e all’interpretazione dello spettatore, un percorso che stimolando la partecipazione sensoriale e l’emotività interiore risveglia sensazioni e riflessioni, sollecitando in ognuno l’elaborazione emozionale di un percorso di lettura.

In dialogo e contrasto con gli ambienti del primo piano, specchio della ricchezza e del prestigio della dinastia, tra ricche tappezzerie e affreschi allegorici, stucchi e dorature, ritratti, specchi e quadrerie, gli artisti hanno costruito un percorso contestualizzando gli elementi che rispecchiano i Chakra, installazioni scultoree e sonore da vivere liberamente, guidati dalle sensazioni che suscitano in ognuno. Il viaggio nel corpo-castello non può che iniziare dalla radice della vita, dalla Natura come principio di tutto per affrontare poi la gestazione della luce, materializzazione della creatività dei due artisti e della Terra, dalla quale scorre l’energia della vita.

Attraversando un cerchio specchiante, sole che trasmette energia al corpo umano, lo spettatore e la sua immagine diventano protagonisti del terzo Chakra per poi giungere al Chakra della condivisione e del cuore. Centro e snodo del percorso verso la luce dell’amore e dell’equilibrio, punto di incontro tra Chakra inferiori e superiori, tra diverse luminosità, il quarto Chakra è rappresentato da un’installazione coinvolgente che contiene e trasmette l’essenza del viaggio: da soli non siamo nulla. Suoni, musica e danza introducono e immergono nel quinto Chakra: la potenza evocativa dei linguaggi sonori induce all’ascolto del proprio io interiore, preparando al Chakra della visione, il “terzo occhio” dove risiede il cervello del corpo-castello, e al settimo Chakra, quello della consapevolezza e dell’equilibrio dove i Chakra e gli artisti si fondono in flussi di luce recuperando infine, nella sala dei Dignitari, fattezze umane.

APERTURA: DAL MARTEDI ALLA DOMENICA (Castello dalle 9 alle 19, parco dalle 10 alle 19. Ultimo ingresso ore 18) INFORMAZIONI 0172 84005

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...